gennaio 29, 2019

Euroscetticismo

COS’È L’EUROSCETTICISMO?
L’euroscetticismo è di solito una critica all’Unione europea (UE) e all’integrazione europea. Si va da coloro che si oppongono ad alcune istituzioni e politiche dell’UE e cercano riforme (“euroscetticismo morbido”), a coloro che si oppongono apertamente all’UE e la considerano non riformabile (“euroscetticismo duro” o “anti-europeismo unionista”). L’opposto dell’euroscetticismo è noto come pro-europeismo (o unionismo europeo).

L’EUROSCETTICISMO È UNA COSA NEGATIVA?
Essere euroscettici o criticare ciò che fa l’UE non è necessariamente una cosa negativa se la critica è giusta, obiettiva ed equilibrata. Il problema sorge quando l’euroscetticismo si basa su notizie false, informazioni distorte e uso improprio dei dati. È quindi fondamentale essere scettici e critici nei confronti delle notizie e delle informazioni che leggiamo ogni giorno dai nostri media.

ESSERE EUROSCETTICI NON È NECESSARIAMENTE UNA COSA NEGATIVA

http://www.europarl.europa.eu/at-your-service/en/be-heard/eurobarometer/eurobarometer-2018-democracy-on-the-move

http://www.europarl.europa.eu/news/en/headlines/eu-affairs/20180522STO04020/eurobarometer-survey-highest-support-for-the-eu-in-35-years

Due terzi degli europei ritengono che il loro paese abbia tratto beneficio dall’essere un membro dell’UE, la più alta percentuale dal 1983 e un aumento di tre punti percentuali dall’autunno.

Lo studio, pubblicato esattamente un anno prima delle elezioni europee del 2019, rivela anche che:

  • La metà degli europei è interessata alle elezioni europee e quasi un terzo conosce la data delle elezioni del prossimo anno (23-26 maggio 2019)
  • Il processo del candidato principale, noto anche come spitzenkandidaten, è considerato un passo positivo: il 63% afferma che crea maggiore trasparenza, ma quasi i tre quarti degli intervistati vogliono che questo processo sia accompagnato da un vero dibattito sulle questioni europee e sul futuro di l’Unione Europea.

 

  • Fake news

Fake News “non era un termine usato da molti prima del 2015, ma ora è visto come una delle maggiori minacce alla democrazia. Si prega di vedere il link che mostra un esempio di come le  fake news tattiche del parlamentare britannico Nigel Farage durante la campagna Brexit Leave, possono avere un impatto importante. Questo testo risale all’ 8 febbraio 2019.

https://www.theguardian.com/politics/2016/jun/16/nigel-farage-defends-ukip-breaking-point-poster-queue-of-migrants#img-1

  • Giornalismo di parte:

Alcune agenzie mediatiche rendono molto chiara la loro posizione politica e quindi il pubblico può scegliere di chi ascoltare le opinioni.

Tuttavia, le emittenti nazionali hanno l’obbligo di riferire le notizie in modo imparziale e obiettivo.

Se tale obbligo non viene rispettato, c’è il rischio che il pubblico possa fraintendere le notizie o recepirle in modo errato.

L’editore politico della BBC Laura Kuenssberg ha ricevuto notevoli critiche per i suoi rapporti di parte per la BBC. Ecco un titolo del sito web Daily Express pubblicato il 19 luglio 2018.

“Laura Kuenssberg della BBC ha fornito un’analogia esilarante che ha fatto sbellicare dalle risate uno dei parlamentari leader della Brexit dopo aver preso in giro i “Remainer” con un graffiante confronto con un personaggio iconico dello schermo”.

Come esperimento, abbiamo “googlato” la domanda “Cosa sono gli Euromiti?”

Ed ecco due esempi dalla prima pagina di Google

1). Il sito web della BBC ha pubblicato il seguente articolo venerdì 23 marzo 2007, 13:43 GMT

http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/6481969.stm

“Guida ai migliori euromiti:

Il pubblico britannico ama l’euro-furore – una storia di cambiamenti nel nostro modo tradizionale di fare le cose, di solito sognato da “burocrati di Bruxelles squilibrati” o “eurocrati impiccioni”.

Le storie non devono essere vere per avere ampia diffusione, anche se di solito c’è almeno un granello di verità.

2). Wikipedia: “Il termine euromito è usato per riferirsi a storie esagerate o inventate sull’Unione europea e sulle attività delle sue istituzioni, come ad esempio una legislazione UE apparentemente priva di senso[1] . Al contrario, lo stesso termine è stato applicato dagli euroscettici ad apparentemente fuorvianti o  esagerate pretese da parte della Commissione europea, e alcuni sostengono che il termine (nel primo senso) è erroneamente applicato alle storie vere”.

Vorremmo sapere, quale dei due siti web fornisce una spiegazione obiettiva e imparziale alla domanda posta?